Quel che resta del giorno – J. Ivory, 1993

remainsoftheday2

Inghilterra, nell’imminenza del secondo conflitto bellico. Il maggiordomo Stevens (Anthony Hopkins) svolge il suo ruolo con estrema professionalità, dirigendo in senso etimologico (maior domus) la casa di Lord Darlington (James Fox), ingenuo aristocratico che si schiera dalla parte della Germania nazista.

Miss Kenton (Emma Thompson), la governante, si scopre innamorata di Stevens, la cui deformazione professionale gli impedisce tuttavia di mostrare il minimo sentimento nei confronti della donna. Il tempo passa.

Commento (attenzione: può contenere spoiler)

Forse il miglior film di James Ivory, il regista senz’altro più adatto per mettere in scena il romanzo di Kazuo Ishiguro. Il respiro è britannico, ma l’estetica relazionale tipicamente giapponese, contraddistinta da una certa rigidità nei confronti dei ruoli sociali, intrisa di assoluta devozione e composta riservatezza.

Di sapore nipponico è la delicatezza dei toni e l’austera semplicità del racconto, così come la tensione di un dramma emotivo troppo dimesso per sbocciare in tragedia, mentre allo spettatore è concesso di partecipare al pathos del tempo che scorre (mono-no-aware), che lentamente ma inesorabilmente sommerge e cancella le speranze, le persone, i ricordi.

★★★☆☆

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...