“Birdman” (A. Iñárritu) in tre sequenze; un breve commento. Di RC

Ego

590_birdman-mirror

Lo specchio è un elemento ricorrente nel film, specialmente quando è il protagonista (M. Keaton) a dialogare con altri personaggi. Questa sequenza in particolare, il dialogo con Naomi Watts, presenta un’interessante soluzione estetica: invece di scegliere un normale campo-controcampo, o un piano esteso, il regista inquadra entrambi i personaggi, mettendo N.Watts a destra, e M.Keaton a sinistra ma all’interno dello specchio, per indicare che la comunicazione è filtrata da quell’elemento che riflette qualcosa di autentico dell’ego del personaggio, ma allo stesso tempo rappresenta una barriera che respinge ogni tentativo di contatto. La personalità di Riggan Thomson è dunque nascosta, non solo agli altri, ma anche a lui stesso, da quella particolare superficie che, pur riflettendo fedelmente la nostra immagine, costituisce una sorta di schermo verso ogni indagine che voglia oltrepassare la superficie stessa.

Fama

birdman-2014-movie-michael-keaton-riggan-thomson-underwear-time-squar-screenshot-1

 

In ‘Birdman’ i concetti di fama e amore sono strettamente legati. Come la moglie del protagonista lo redarguisce, lui è solito confondere “fama e ammirazione”. Non pago della celebrità che ha raggiunto interpretando blockbuster scadenti ma di grande popolarità, Riggan Thomson desidera che il destinatario dell’affetto del pubblico sia non più il personaggio da lui interpretato, ovvero Birdman, ma lui stesso, ovvero Thomson. In questa sequenza si percepisce però il dramma dell’artista (o dell’attore) che cerca empatia (e affetto) tramite l’arte, e invece trova fama (e dunque, in un certo senso, un affetto insincero) tramite la mera esibizione di sè, scevra del proprio talento.

Amore

birdmanemma

Come già accennato, amore che spesso è confuso con l’ammirazione, la fama, la celebrità. Non è un caso che il film si apra con una citazione di Carver:

“And did you get what you wanted from this life, even so?

I did.

And what did you want?

To call myself beloved, to feel myself beloved on the earth”.

Il finale ci lascia incerti: l’incidente sul palco è stato forse letale, e gli eventi che si verificano successivamente non sono che le speranze mai realizzate del protagonista, ovvero la riappacificazione con la moglie, con la figlia, l’adorazione del pubblico e il plauso della critica, nonché l’emancipazione dal passato ingombrante di celebrità incapace di qualsiasi profondità artistica.

Oppure, se siamo meno pessimisti, possiamo pensare che tali eventi si siano effettivamente verificati. E che la scena finale in cui la figlia, aperta la finestra, alza gli occhi al cielo e vede (presumibilmente) il padre volare, significhi che anche dopo l’incidente il protagonista non rinuncia ai propri sogni, al proprio incommensurabile bisogno d’amore, ma che allo stesso tempo sia divenuto finalmente capace di conciliare le proprie aspirazioni professionali ed artistiche con gli affetti familiari.

Tutto è relativo

A un certo punto del film padre e figlia si ritrovano ancora una volta uno di fronte all’altra, e lei equipara la storia dell’Universo a un rotolo di carta igienica, e la storia del genere umano a un misero quadratino di quel rotolo. Il padre, sovrappensiero, ci si pulisce il viso.

Forse è quello uno dei punti più significativi del film, quando si afferma, narrativamente e visivamente, l’insignificante misura dei drammi e delle speranze del genere umano.

E, per contrasto, la statura immensa che può raggiungere un ego, per cui drammi e speranze che non lo riguardino possono valere tanto poco quanto carta da toeletta.

5 Pensieri su &Idquo;“Birdman” (A. Iñárritu) in tre sequenze; un breve commento. Di RC

    • ehilà! ho fatto del mio meglio 🙂 cercando di fare un sunto dei momenti (e concetti) più significativi… per quanto riguarda la cerimonia degli Oscar 2015 lo ritengo sicuramente uno dei più interessanti! Anche se, in generale, un Oscar non è necessariamente indice di qualità…

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...