Edward mani di forbice – T.Burton, 1990

edwardscissorhands_3140491b

Un inquietante ed anziano inventore (Vincent Price) assembla un ragazzo tale e quale ad un essere umano, ma la morte improvvisa gli impedisce di completare il lavoro. Il ragazzo (Johnny Depp), chiamato Edward, resta cosi provvisto di lunghe e affilate lame al posto delle mani. Viene adottato da una famiglia locale.

Commento

Originalissima fiaba nera, tanto soffusa nei toni quanto affilata e pungente nei confronti della borghesia americana, dipinta a colori pastello dentro le grottesche villette a schiera che emanano un’opprimente sensazione di conformismo e miseria intellettuale.

Nata da disegni infantili del regista, di cui viene tuttora considerata la migliore (o una delle migliori), questa pellicola si ispira ovviamente a Frankenstein, per il tema del mostro che rimane vittima della propria diversità (fisica, non morale), mentre è soprattutto l’espressionismo tedesco, declinato in chiave comica e surrealista, a fungere da modello ispiratore per lo stile del film.

Ottima la performance di Depp, quasi una maschera del teatro No giapponese. Penultimo film del mitico Vincent Price.

★★★☆☆