[52] Nicolas Winding Refn. La vertigine del fato

Estratti e riferimenti dal mio prossimo volume (in uscita per Falsopiano nel 2022).

Come Fargo, anche Drive si chiude con una borsa da un milione di dollari. Non è nascosta ma abbandonata in un parcheggio in pieno sole, aperta, i mazzetti di banconote bene in vista accanto al cadavere di Bernie: due corpi inerti, insignificanti. La borsa abbandonata da Driver (a real hero, and a real human being) segnala l’assoluta estraneità alla logica del capitale, e dal punto di vista metafilmico, una simultanea presa di distanza dal nichilismo coeniano.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...