La donna di sabbia – H. Teshigahara, 1964

la_donna_di_sabbia_focus.jpg

…una cattività morbosa, impressa nel bianco e nero angoscioso di una fotografia materica (Hiroshi Segawa), che restituisce in maniera cruda e tangibile la grana fine e fluida della sabbia, la consistenza dei corpi…

Un entomologo dilettante si perde tra le dune di un remoto villaggio. Viene ospitato da una vedova che abita sul fondo di una cava di sabbia. E che non lo lascerà più andar via.

Hiroshi Teshigahara, firma illustre della nuberu bagu (ヌーベルバーグ), dirige un incubo visionario permeato da un torbido erotismo.

★★★★★

Recensione critica completa su Ondacinema.

 

10 anni di Ondacinema

rrrmaster.jpg

In occasione del decennale di Ondacinema, abbiamo selezionato i film più significativi del decennio 2008-2018. Qui di seguito la mia cinquina:

L’atto di uccidere di Joshua Oppenheimer (2012)
Still Walking di Hirokazu Kore’eda (2008)
Melancholia di Lars Von Trier (2011)
Il nastro bianco di Michael Haneke (2009)
The Master di Paul Thomas Anderson (2012)